Avvocati & Commercialisti
Associati

Responsabilità civile del medico e della struttura sanitaria

Il tema della c.d. malasanità – Cenni generali

L’assoluta articolazione del tema in questione, anche in relazione ai diversi profili di responsabilità, si ritiene non possa essere esaminata in pochi cenni riassuntivi, provvedendo quindi a fornire alcuni spunti di riflessione di taglio informativo e pratico.

Nell’affrontare casi di c.d. malasanità occorre preliminarmente individuare:
  • il soggetto /i responsabile/i (processualmente i soggetti da convenire in giudizio)
  • di cosa tali soggetti siano responsabili (individuando la natura ed il contenuto dell’obbligazione in relazione alla condotta dei sanitari ed eventualmente della struttura sanitaria)
  • valutazione e tipizzazione danno e relativa quantificazione (analisi varie voci di danno risarcibile in relazione alla responsabilità medica e loro quantificazione)

Soggetti responsabili

In via preliminare, per poter procedere ad esatta individuazione dei soggetti da convenire in giudizio occorre analizzare la natura del rapporto medico-paziente, attraverso l’esatta identificazione dei rapporti giuridici che si instaurano tra i vari soggetti, identificando altresì l’esatto contenuto della prestazione, che in ipotesi di inadempimento, potrà dar luogo ad ipotesi risarcitorie.

D’altro canto il rapporto che si instaura tra medico e paziente, in relazione alla prestazione medica, non è sempre identico come dimostrano le varie casistiche giudiziarie, soprattutto riferibili alla figura del medico ed alla struttura sanitaria.

Il rapporto medico- paziente dovrà essere analizzato al fine di individuare i soggetti effettivamente coinvolti nella prestazione medica che potranno variare, ad esempio:
  • Medico non dipendente della struttura - paziente
  • Medico dipendente della struttura ospedaliera - paziente
  • Medico dipendente della struttura privata - paziente
  • Medico - struttura ospedaliera
  • Medico - struttura privata
  • Rapporto Struttura Ospedaliera - paziente
  • Rapporto struttura privata - paziente

L’analisi e l’individuazione dei soggetti effettivamente coinvolti è pertanto delicata nella sua decisività.

Individuazione dell’inadeguatezza della prestazione medica - individuazione effetti pregiudizievoli per la salute del paziente.

Prima di intraprendere qualsivoglia azione giudiziaria è necessario avere conferma che, i fatti e le circostanze dedotte come causa degli effetti negativi sulla salute del paziente, siano effettivamente riferibili ad inadeguatezza della prestazione medica, e ciò attraverso il supporto di una perizia specialistica e medico legale.

Quanto sopra anche al fine di procedere a tipizzazione danno, valutazione e relativa quantificazione del danno risarcibile sotto un profilo medico-legale.

In generale, avuto riguardo all’aspetto prettamente di natura civilistica della problematica, la responsabilità civile sussiste quale conseguenza dell’inadempimento del medico o nella violazione del principio generale del nemiem ledere (ledere un diritto altrui).

Nella prima ipotesi si ritiene configurabile una responsabilità “contrattuale”, essendo l’operato del medico sussumibile a rapporto contrattuale di “prestazione d’opera intellettuale”, ai sensi dell’art. 2230 c.c. che, se non eseguita correttamente, determina responsabilità del medico, ai sensi del dell’art. 1218 c.c., il quale per essere ritenuto esente da ogni responsabilità deve provare che “...l’inadempimento o ritardo è stato determinato da impossibilità della prestazione derivante da causa a lui non imputabile.

Nella seconda ipotesi si verte in ipotesi di responsabilità extracontrattuale o per fatto illecito ex art. 2043 c.c. che obbliga al risarcimento del danno colui che cagiona ad altri un danno ingiusto derivante da fatto o colpa.

Nella prassi è comune un concorso della responsabilità contrattuale con quella extracontrattuale del medico, in quanto un'unica condotta può costituire sia inadempimento contrattuale che, al contempo violare il principio generale del cittadino-paziente di non subire un danno ingiusto.

Il Team dello studio fornisce - qualora dovesse ritenere sussistere, dopo esame del caso concreto, responsabilità da parte dei medici o della struttura ospedaliera - la necessaria assistenza legale giudiziale con l’ausilio di medici specialisti e medici legali al fine di ottenere il risarcimento del danno.

Giampiero Stuppia


Avvocato, patrocinante in Cassazione e Giurisdizioni superiori.


Dettagli
Vuoi ricevere altre informazioni?